Concluso il più grande hackathon d’Italia

0
203

Link all’articolo: http://www.pisainformaflash.it/comunicato-stampa/concluso-il-piu-grande-hackathon-ditalia/

Concluso da pochi giorni quello che è stato definito il più grande hackathon d’Italia, che ha visto 26 città coinvolte, da Trento a Catania e fino a San Francisco, e oltre 800 sviluppatori, impegnati in una maratona di programmazione di 48 ore organizzata da Codemotion e Team Digitale lo scorso 7 e 8 ottobre. Il Polo Tecnologico di Navacchio, il più grande ecosistema dell’innovazione della Toscana, e Seacom, una delle sue prime aziende insediate e da anni punto di riferimento per le tecnologie open source in Italia hanno raccolto immediatamente la sfida e partecipato come Host dell’iniziativa nella sede di Pisa, raccogliendo numerosi consensi dalle community di sviluppatori locali.

Più di 20 gli sviluppatori che hanno preso parte alle challenge proposte, producendo codice ora disponibile sulla piattaforma Developers Italia. 48 ore di maratona in contemporanea in diverse sedi sparse in tutta Italia, con l’obiettivo di produrre codice utile alla digitalizzazione dei servizi della Pubblica Amministrazione Italiana. Un evento, quello al Polo tecnologico di Navacchio che ha visto oltre all’intensa attività di lavoro anche momenti di svago e di networking grazie alle attività messe in campo con il supporto fondamentale di aziende come SpazioDati specializzata in Big Data e semantic web, e Bit4id una tra le aziende leader in Europa per la sicurezza digitale e la web & digital agency IDNA.

Hack.Developers ha generato condivisione e cooperazione tra sviluppatori ed esperti informatici di tutta Italia, uniti per una causa comune: la trasformazione digitale della nostra Pubblica Amministrazione e il miglioramento dei servizi per tutti i cittadini italiani. Sono stati in tutto 116 i team al lavoro che hanno caricato Su Developers Italia, la piattaforma presentata dal Team per la Trasformazione Digitale lo scorso 24 marzo a Codemotion Roma, ben 96 proposte con codice in licenza open source immediatamente disponibili per i servizi pubblici dei cittadini italiani e immediatamente utilizzabile da chiunque.

In queste ore il Team per la Trasformazione Digitale sta valutando la qualità dei lavori presentati e i migliori verranno integrati direttamente all’interno dei relativi progetti.
Questo indubbiamente rappresenta non solo un ottimo risultato, ma sopratutto un saldo punto di partenza su cui costruire un futuro migliore per il nostro Paese.