Imprese, Cataldi: “Napoli è la città che meglio rappresenta il tema dell’evento H2H”

0
346

Link all’articolo: http://www.dire.it/10-05-2019/330292-imprese-cataldi-napoli-e-la-citta-che-megglio-rappresenta-il-tema-dellevento-h2h/?fbclid=IwAR3UlIJRIkoAgYbyk0VDImjWoHiJydXJWay_ohFwR7yPEt5dWhzXGMTweHc

NAPOLI – “Napoli è la mia città ed è quella che meglio rappresenta l’hashtag che abbiamo trovato, #H2H (Human to human), ossia l’umanità, i valori di questa città” nonché “il tema di questo evento”. Così alla Dire Fabrizio Cataldi, organizzatore del Forum Economy Roadshow, a margine della seconda tappa dell’evento, la prima a Napoli, in corso nella sala dei Baroni del Maschio Angioino.

La giornata di lavori, suddivisa in una sessione mattutina ed una pomeridiana, si è snodata attraverso sei talk show – tra i temi trattati la trasformazione digitale, la valorizzazione delle persone nelle aziende e il marketing territoriale per il turismo – e due innovation speech. L’evento, patrocinato dal Comune di Napoli, ha visto anche la partecipazione del sindaco Luigi de Magistris e degli assessori Nino Daniele (Turismo e Cultura), Monica Buonanno (Lavoro) e Ciro Borriello (Sport e Ambiente).

“Noi da 12 anni organizziamo questi eventi – spiega Cataldi – e normalmente lo facciamo a Roma e Milano. Per la prima volta siamo a Napoli perché ha delle aree di eccellenza come turismo, lavoro, inclusione, sostenibilità, e in questi ultimi anni è un punto di riferimento, è cresciuta tantissimo”.

Riprendendo le parole del sindaco Luigi de Magistris, Cataldi sottolinea come la città sia “ricca di eccellenze e di talenti”. Nonostante sia la prima edizione, “sono oltre 300 gli iscritti e – conclude – ne siamo molto soddisfatti”.

CHELLO: DIFFICOLTÀ PIÙ GRANDE È RECRUITMENT

“Noi siamo interessati soprattutto a quegli aspetti umani che consentono alla nostra azienda di arricchirsi di persone e professionalità che consentono di sviluppare prodotti abbastanza complicati, che richiedono competenza e passione, che facciamo nel campo della sicurezza informatica”. Così l’amministratore delegato di Bit4id, Antonio Chello, a margine del Forum Economy Roadshow, l’evento itinerante sull’innovazione nello sviluppo dell’economia che per la sua seconda tappa ha scelto Napoli. Chello, presente al talk su formazione e competitività, spiega che la più grande difficoltà incontrata è “nel recruitment e nel trattenere le persone nei nostri laboratori”. Bit4id ha “uffici sia in Italia, dove c’è la casa madre, sia all’estero” e una delle cose più importanti è “creare dei poli di attrazione per fare della sede principale un motivo per cui una persone con esperienza e passione – conclude – abbia voglia di entrare, lavorare e rimanere nella nostra azienda”.

CATTANEO: MIGLIORIAMO MARKETING CON PASSAGGIO A DIGITALE

InfoCert si occupa di trasformazione digitale e “sul tema della giornata, e cioè come migliorare il marketing per il turismo, noi possiamo traslare esperienze positive da altri settori – banche e credito al consumo che prima del turismo sono passate al digitale – nell’adeguare l’offerta di servizi all’esperienza alla fruizione che vogliono i clienti anche per tutta la vastissima offerta italiana che forse è meno nota rispetto a quella di altri Paesi”. Così alla Dire Danilo Cattaneo, amministratore delegato dell’azienda impegnata nei servizi di digitalizzazione e dematerializzazione, tra i relatori del talk sul marketing territoriale al Forum Economy Roadshow in corso al Maschio Angioino di Napoli.

PECORARO SCANIO: OCCASIONE PER MIGLIORARE REPUTAZIONE NAPOLI

L’evento del Forum Economy Roadshow a Napoli “è una conferma di come la città sia sempre più vista come un importante luogo di scambio, di incontro, di relazioni, ma anche come una città che recupera, e deve farlo sempre più, un ruolo storico che ha sempre avuto”. Così alla Dire Alfonso Pecoraro Scanio, presidente fondazione UniVerde, dopo aver partecipato, nel corso della tappa napoletana del forum, al main talk su turismo e competitività. “Napoli deve mettersi a disposizione – prosegue Pecoraro Scanio – dell’Italia e del Mediterraneo per diventare un centro di scambio sul tema della sostenibilità”. L’ex ministro definisce il turismo “una grandissima occasione per creare occupazione e per migliorare la reputazione della città” che, però, ha “un doppio bisogno di sostenibilità: per far sì che i luoghi dell’accoglienza siano, dal punto di vista ambientale, ben tenuti e per far sì che i luoghi – conclude – non vengano danneggiati dai flussi turistici”.

MARIONI: MONDO POLITICO INVASO DA FAKE NEWS

La partecipazione a questi appuntamenti “ci consente, come piccola azienda italiana molto innovativa, di presentare il nostro brand, le nostre competenze ed i vantaggi di utilizzare una piattaforma di monitoraggio delle notizie nel mondo”. Così alla Dire Stefano Marioni, fondatore di eXtrapola, a margine del Forum Economy Roadshow in corso al Maschio Angioino di Napoli. Nel talk dedicato alla valorizzazione delle persone all’interno delle aziende, Marioni ha parlato di fake news “perché siamo in periodo preettorale e il mondo della politica è particolarmente invaso dal tema: noi cerchiamo di dare un codice di comportamento sulle azioni per prevenire o, quantomeno, individuare le fake news”. Per evitare di considerare vera una notizia che non lo è bisogna “controllare sempre la fonte da cui proviene”.

FRANCESE: NETWORKING E SCAMBIO IDEE SONO IMPORTANTISSIMI

“I temi trattati in questo convegno riguardano sicuramente la nostra mission: combattere le ingiustizie diventa anche una motivazione per gli onesti e quindi fa parte dell’engagement aziendale”. Così Vincenzo Francese, ceo di Axerta, a margine della tappa napoletana del Forum Economy Roadshow, in corso nella sala dei Baroni del Maschio Angioino. “Gli incontri, i networking, lo scambio di idee e la trasversalità delle competenze – spiega Francese – impegnato nel talk sulle persone come vettore di innovazione – sono importantissimi”. Da questa esperienza “ognuno porta a casa qualcosa per sviluppare meglio il proprio lavoro”.

DE MAGISTRIS: CON TECNOLOGIA E UMANITÀ NAPOLI LANCIA SFIDA A MONDO

“Napoli è una città che lancia la sfida al mondo coniugando tecnologia e umanità”. Parola di Luigi de Magistris, sindaco di Napoli, che stamattina ha aperto i lavori della seconda tappa nazionale di Forum Economy Roadshow al Maschio Angioino.

“In questa città – spiega l’ex Pm – si sta costruendo un nuovo modello di sviluppo della persona umana, non fondata sull’iperliberismo, il consumismo fine a se stesso e la depredazione del territorio. Coniuga identità e rivoluzione attraverso la riscoperta del Made in Naples, il recupero di luoghi abbandonati, il lavoro che si fa sulla creatività dei giovani, mettendo insieme tradizioni antiche ma anche grandi capacità di innovazione tecnologica, con il turismo che non diventa massificazione e una cultura di qualità non elitaria ma popolare”. Il primo cittadino ricorda come Napoli “da diversi anni” sia la città italiana “che più cresce per cultura e turismo. Grazie a questo – sottolinea – abbiamo finanche una migrazione di ritorno con giovani che ritornano qui investendo su turismo e cultura”. Anche in tema di ambiente, una delle tavole su cui si confrontano gli esperti del Forum Economy Roadshow “si sta facendo tanto – precisa de Magistris -. Dall’acqua pubblica all’ordinanza plastic free, passando per la preservazione del territorio, il contrasto alle emissioni di CO2 e per la delibera Ossigeno Bene Comune a difesa della qualità della vita e dell’aria”. “Ci hanno lasciato senza un euro e questo cambiamento – conclude il sindaco – è tutto autoctono e autonomo. Così convinciamo anche chi ha ancora l’alibi di dire che non c’è alternativa a degrado, violenza e male. Puntare su cultura e qualità della vita significa anche contrastare il crimine e il crimine organizzato”.