Ecco come la blockchain rinnoverà la PA: il nuovo progetto di Notartel

0
503

La pubblica amministrazione si apre alle nuove tecnologie

La blockchain è in continua e costante evoluzione. Considerata come una tecnologia di portata rivoluzionaria per gli elevati livelli di tracciabilità e sicurezza che essa garantisce, stupisce soprattutto per i suoi molteplici scenari applicativi.

Tra questi, non passa di certo inosservato l’impiego della blockchain nel campo della pubblica amministrazione. L’adozione di questa tecnologia, infatti, comporta importanti benefici quali riduzione dei costi, semplificazione dei processi e notevole aumento della sicurezza nelle operazioni.

Recentemente Notartel, la società informatica del Notariato italiano, ha lanciato in via sperimentale un prototipo di applicazione web basata su permissioned blockchain, sviluppandone la tecnologia in partnership con Bit4id.

Si tratta dell’Albo unico delle professioni, un nuovo ed utile strumento che consente di uniformare i diversi database e di condividere informazioni qualificate, garantendo la piena autonomia degli ordini di appartenenza per la gestione delle informazioni di loro competenza.

La blockchain, che garantisce la certificazione e l’immutabilità dei dati condivisi, entra in gioco per l’accesso a quei servizi per cui è richiesta la certificazione di iscrizione a un determinato albo. La tecnologia in questa applicazione è impiegata in modalità private permissioned in quanto accessibile solo ai nodi autorizzati in scrittura, mentre in lettura le informazioni sono liberamente consultabili.

Ciò che ne risulta è una gestione semplificata e certificata: l’identità digitale viene associata a quella del ruolo professionale svolto, dunque l’identificazione del soggetto è legata al ruolo riconosciuto dall’ordine preposto.

Il progetto pilota di Notartel è stato presentato al Forum PA 2018 con un intervento dal titolo “La Blockchain come strumento di gestione di registri pubblici. L’albo unico delle professioni.”

Forum PA è infatti l’appuntamento annuale che promuove il rinnovamento della pubblica amministrazione. Durante l’edizione di quest’anno si è scelto di dedicare un intero convegno esclusivamente alla blockchain, per analizzarne lo stato dell’arte e i possibili utilizzi nella PA.