E’ disponibile l’app “Dimissioni Volontarie” messa a disposizione dal Ministero del Lavoro, a cui accedere in modo rapido e sicuro con SPID

Ormai tutte le nostre azioni quotidiane sembrano ruotare attorno ai nostri smartphone ed esiste un’applicazione praticamente per ogni necessità, dal pagare le bollette al prenotare un tavolo al ristorante. Perché non crearne una anche per dimettersi dal lavoro?

Ci ha pensato il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, che recentemente ha rilasciato la nuova app Dimissioni Volontarie. Disponibile su smartphone e tablet, l’applicazione è stata creata appositamente per le dimissioni volontarie e la risoluzione consensuale del rapporto di lavoro.

A seguito delle riforme introdotte con il “Jobs Act”, a partire dal 12 marzo 2016 tali operazioni dovranno infatti essere effettuate in modalità esclusivamente telematiche, per attestare la volontà effettiva del dipendente di recedere dal rapporto di lavoro.

Tramite l’app del Ministero del Lavoro cittadini e lavoratori interessati possono inviare, in pochi passaggi, il modello telematico al datore di lavoro.

Mentre la precedente procedura online si poteva attivare solo con il PIN dispositivo INPS, ora è possibile accedere al servizio in modo molto più rapido attraverso le credenziali SPID, il Sistema Pubblico Identità Digitale, che consente di identificarsi automaticamente ai diversi servizi online della Pubblica Amministrazione con un’unica identità digitale, garantendo la massima sicurezza in tutte le procedure.

Il cittadino dotato di SPID che scarica e avvia l’app Dimissioni Volontarie accede al form online che permetterà di recuperare le informazioni relative al rapporto di lavoro da cui si intende recedere dal sistema delle Comunicazioni Obbligatorie. Per i rapporti instaurati precedentemente al 2008, invece, il lavoratore dovrà indicare la data di inizio del rapporto di lavoro, la tipologia contrattuale e i dati del datore, in particolare l’indirizzo email o PEC. Nell’ultima fase dovranno essere inseriti i dati relativi alle dimissioni o alla risoluzione consensuale o alla loro revoca.

 

 

Tramite l’app il cittadino può accedere anche ai modelli già inviati, per consultare numeri identificativi associati e scaricare ricevute in formato pdf.

Questo importante provvedimento del Ministero mira soprattutto a contrastare il fenomeno delle “dimissioni in bianco”, una pratica molto diffusa che sino ad oggi ha penalizzato i lavoratori più deboli.

L’app Dimissioni Volontarie è disponibile su App Store e Google Play.