Le regole italiane sulla crittografia

All’inizio di febbraio, la compagnia assicuratrice sanitaria statunitense ANTHEM ha subito un attacco informatico.

La carta di identità elettronica è realtà

Carta di identità elettronica, se ne parlava da anni ma oggi, nel 2016, è finalmente diventata realtà. Il decreto è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale Serie Generale n. 302 del 30 dicembre 2015 ma le difficoltà incontrate, tuttavia, non sono state poche.

La nuova API di Google semplifica il sistema di reCAPTCHA

Google ha deciso di semplificare il processo di autenticazione introducendo un aggiornamento del sistema del codice Captcha che si limiterà a chiedere agli utenti di spuntare una casellina che affermi che non siano dei bot.

Le peggiori password del 2015

Lo aspettavamo con ansia confidando in buone notizie, ed invece il quinto rapporto annuale pubblicato da SplashData, dal titolo "Worst Passwords of 2015" non ci fornisce motivi per essere sereni … anzi!

SPID: Namirial e Register.it, due nuovi gestori di Identità Digitale

Namirial e Register.it sono due nuovi Identity Provider. Entrambi sono stati ufficialmente accreditati da AgID e registrati tra i soggetti abilitati al rilascio dell’identità digitale.
wordpress

WordPress.com attiva i certificati SSL gratuitamente su tutti i blog

Wordpress annuncia “HTTPS ovunque. Crittografia per tutti i siti di WordPress.com”. Milioni di siti web diventano più sicuri senza nessuno sforzo degli utenti. WordPress installerà...
Eyeprint ID

Mobile banking ed autenticazione basata sull’iride sono oggi realtà

Un sistema di autenticazione sicuro e semplice da utilizzare è l’obiettivo di ogni fornitore di servizi, soprattutto in ambito bancario. Dapprima le principali banche si...
spid

Il sistema SPID ed il problema della notifica

Il sistema SPID è entrato nel vivo ed il Governo promette al cittadino ed alle imprese l’accesso ad un numero crescente di servizi che agevoleranno il maniera sensibile il rapporto con le istituzioni e si prefiggono di abbattere la burocrazia.
sha-1 vulnerabilità

Un milione di certificati SHA-1 “insicuri” ancora in uso dalle aziende

Una recente ricerca condotta da Netcraft ha verificato che milioni di certificati digitali che utilizzano come algoritmo di hashing lo SHA-1 sono utilizzati da...

Cosa fare se l’algoritmo SHA-1 viene deprecato

La vulnerabilità dell’ hash SHA-1 ad attacchi di collisione ha spinto i principali service provider ad eliminare gradualmente il supporto a tale algoritmo; nel 2012 gli esperti dimostrarono come esso fosse violabile e nel novembre 2013 Microsoft annunciò che dopo il 2016 i certificati SHA-1 sarebbero stati eliminati.

Cloud Identity Access Management

Le violazioni alla sicurezza delle infrastrutture informatiche negli ultimi anni sono sempre più frequenti. Anche grandi organizzazioni, nonostante implementino sofisticati sistemi di sicurezza, non...

La maxi-multa per Google dall’UE: 2,4 miliardi di euro

Da sempre abile nel lasciare tutti a bocca aperta, anche stavolta Google è riuscita a superare ogni record. Ha infatti ricevuto la multa più alta mai inflitta dall’Antitrust europeo, per l’ammontare di ben 2,42 miliardi di euro.

MOST POPULAR

HOT NEWS